Preghiera di un capo Sioux

Preghiera di un capo sioux
Yellow Lark

HO BISOGNO DI TE

Oh grande spirito, la cui voce sento nei venti ed il cui respiro dà vita a tutto il mondo,
Ascoltami.
Vengo innanzi a te, sono uno dei tuoi tanti figli.
Ho bisogno della tua forza e della tua saggezza.
Lasciami camminare fra le cose belle e fa che i miei occhi ammirino il tramonto rosso e oro.
Fà che le mie mani rispettino ciò che tu hai creato, e che le mie orecchie siano acute nell’udire la tua voce. Continua a leggere Preghiera di un capo Sioux

Il principio della rana bollita

il principio della rana bollitaL’esempio del principio della rana bollita, è una delle migliori rappresentazioni per far intendere l’atrimenti chiamato metodo del contagoccie, tanto amato dagli uomini di potere e con il quale i governi solitamente impongo alla società decisioni socio-politiche e finaziarie  a dir poco improponibili, se proposte ai cittadini in un sol colpo.

La rana bollita

Immaginate un pentolone pieno d’acqua fredda nel quale nuota placidamente una rana.
Continua a leggere Il principio della rana bollita

La Genesi umana raccontata da un cartone animato

La Genesi umana..E se la Genesi umana fosse diversa da come ce l’hanno insegnata?

“A volte l’uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi si rialza e continua per la sua strada”
(Winston Churchill)

Ed io aggiungo pure che la verità, a volte, può trovarsi nei posti meno accreditati.
Come del resto ci ha insegnato anche il film Man in Black, quando i due agenti compravano riviste di gossip tipo Novella 2000 per sapere cosa accadeva nel mondo.
Ebbene, lasciando i film Hollywoodiani da parte, in alcuni casi può capitare che Continua a leggere La Genesi umana raccontata da un cartone animato

Le nove tecniche per il controllo dei popoli

le nove tecniche per il controllo dei popoliIl titolo le nove tecniche per il controllo dei popoli, arriva dal fatto che di recente ho letto alcuni testi (tra cui anche La Psicologia delle folle di Gustave Le Bon) circa la volontà delle èlites di sviluppare un sistema “invisibile” per governare le masse ed assoggettare la folla al loro volere e vantaggio, perciò ho tratto le mie conclusioni ed ho deciso di scrivere questo post ispirandomi anche a ciò che scrisse a suo tempo Noam Chomsky nelle sue 10 regole per il controllo sociale.
Intanto va detto che sicuramente l’elemento cardine del controllo della moltitudine è la distrazione.
Se una persona è distratta, non è attenta ai cambiamenti in atto, proprio perchè incapace di vederli.
Difatti la prima tecnica o tattica adoperata da chi governa le masse ignare, è dedicata proprio a questo argomento.

1) La tattica della distrazione del popolo.
L’atto del tenere un popolo distratto, consiste nell’alterare l’attenzione delle persone ai veri problemi della società e a tutti quei cambiamenti che i vertici elitari decidono per il pubblico. Continua a leggere Le nove tecniche per il controllo dei popoli

Un nuovo modello educativo

Un nuovo modello educativoQuello di cui voglio parlare in questo articolo, è una delle vie più dirette per poter realizzare quel piano (a lungo termine) di cambiamento mondiale a cui tutti aspiriamo, ed è relativo ad un nuovo modello educativo da offrire ai nostri figli quando, da genitori, cominciamo a relazionarci con essi fin dalla loro tenera età.
In effetti tutto il contesto famigliare è importante per i bambini, ma in tale contesto, e senzadubbio, i genitori giocano un ruolo fondamentale e di primaria importanza nella totale educazione dei figli, tant’è che la prole, crescendo, imita il padre e la madre prendendoli incosapevolmente come esempio di vita, proprio perchè fin dalla nascita sono le uniche persone adulte che può osservare costantemente da vicino.
Continua a leggere Un nuovo modello educativo

L’etica nella civiltà attuale

L'etica nella civiltà attuale
PROS AND CONS – Vladimir Kush

Se vogliamo analizzare l’etica nella civiltà attuale, in quanto forma di morale e di concetto di giusto e sbagliato, applicato a quello che di base è il rispetto verso tutto e tutti, e peraltro in un ragionamento più coerente possibile, diremo che quasi nessuno a questo mondo è senza colpa. (quel quasi è riferito all’eccezione che conferma la regola di cui parlerò tra poco)
Il problema è che laddove vi sia uno sfruttamento umano, animale o ambientale non si può parlare di etica.
Nessun uomo parte facente la cosiddetta società civilizzata può applicare l’etica intesa come quel principio di rispetto e di giusto o sbagliato che è insito ed innato in ognuno di noi, ovviamente sottointendendo che tale principio è comune alla moltitudine, perchè in fondo al nostro cuore sappiamo tutti cosa è giusto e cosa è sbagliato, in linea con ciò che la nostra coscienza in perenne contatto con il tutto universale continua a suggerirci.
Continua a leggere L’etica nella civiltà attuale

Un mondo senza soldi

un mondo senza soldiUn mondo senza soldi è possibile, basterebbe solo che ci soffermassimo un attimo a pensare alla vita che stiamo vivendo, perchè è li che ci dobbiamo focalizzare.
Dobbiamo cominciare a pensare da esseri liberi, capaci di intendere e di scegliere quello che più ci piace fare senza avere il peso obbligatorio del lavoro, poichè non è naturale il fatto di passare più di tre quarti della vita a fare qualcosa che nella maggior parte dei casi non ci interessa, semplicemente per poter ottenere dei pezzetti di carta stampata a cui abbiamo attribuito il nome di moneta con la quale barattare altri oggetti.
Senza renderci conto stiamo consegnando le nostre vite inestimabili in cambio della frenesia del nulla mascherata da benessere.
Eh già, perchè i soldi questo danno…Benessere.
Continua a leggere Un mondo senza soldi

Riflessione su quanto accaduto a Parigi

Riflessione su quanto accaduto a Parigi13 Novembre 2015 – Le ultim’ora di diverse fonti di informazione internazionali ancora fanno fatica a quantificare il numero di vittime dell’attentato successo poche ore fa nella capitale francese. (qualcuno parla di centinaia)
Trovandomi negli Stati Uniti, giustamente mi sono dovuto beccare il discorso del presidente direttamente dalla Casa Bianca, il quale ha parlato (guarda caso) di attacco non solo al popolo francese, ma a tutta la comunità occidenatalista e perbenista mondiale.
Continua a leggere Riflessione su quanto accaduto a Parigi

La forza delle parole

 

La forza delle paroleDa sempre nelle antiche dottrine spirituali orientali, la forza delle parole in quanto suono, e della scrittura in quanto simbolismo, hanno ricoperto un ruolo fondamentale soprattutto in pratiche esoteriche come la divinazione e l’alchimia.
Questo è dovuto al fatto che le parole in sè contengono un significato puramente spirituale in senso sia positivo sia negativo.
Non importa in quale lingua, quello che importa è sempre e solo il significato a loro attribuito.
Se poi ad esso combiniamo i suoni emessi  dalle nostre corde vocali di cui ci serviamo per pronunciarle, ad esempio, quando parliamo o quando recitiamo formule o incantesimi, le parole acquisiscono una potenza maggiore.
Continua a leggere La forza delle parole

La memoria dell’acqua di Masaru Emoto

la memoria dell'acquaIl dottor Masaru Emoto, scienziato e ricercatore giapponese, fu l’autore di un curioso esperimento chiamato anche “La memoria dell’acqua”.
L’esperimento, che fu ripetuto diverse volte e con metodologie differenti l’una dall’altra, aveva come principio una tecnica molto semplice.
Infatti, per stabilire se l’acqua avesse o meno una capacità di memoria, utilizzò dei contenitori di acqua messi a contatto diretto con differenti stimoli vibrazionali.
Continua a leggere La memoria dell’acqua di Masaru Emoto